ASLI Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Con il patrocinio di: Comune di Modena Provincia di Modena Fondazione Cassa di Risparmio di Modena
img VI Convegno internazionale ASLI - Storia della lingua e della cucina - Parole e cibo: due linguaggi per la storia della società italiana - Facoltà di Lettere e Filosofia  Università di Modena e Reggio Emilia  Modena, Largo Sant’Eufemia, 19 - 20 - 22 settembre 2007
Pagina iniziale
Presentazione
Temario
Comunicazioni
Programma
ISCRIZIONI CHIUSE
Alloggio
Informazioni
Sede del convegno
Giovedì 20 settembre
Fondazione Collegio San Carlo, Modena
10.30 Saluti
11.00 Gian Luigi Beccaria
Univ. Torino
Parole da mangiare
11.30 Alberto Capatti
Univ. Scienze Gastronomiche
Le lingue in cucina e l'edizione critica della Scienza in cucina di Pellegrino Artusi
12.00 Discussione

Atlanti, archivi e lavori in corso
12.30 Domenico Silvestri
Univ. Napoli "L'Orientale"
L'Atlante Generale dell'Alimentazione Mediterranea e la situazione linguistica italiana
12.50 Cosimo Palagiano, Tiziana Banini, Marco Maggioli, Riccardo Morri, Cristian Pesaresi, Miriam Marta
Univ. La Sapienza, Roma
Archivio multimediale dell’alimentazione in Italia: prima indagine sul Lazio
13.10 Giovanni Ruffino, Giuliano Rizzo, Roberto Sottile
Univ. Palermo
Tradizione gastronomica in Sicilia: spazio e usi alimentari nell’Atlante Linguistico della Sicilia (ALS)
13.30 Aperitivo

I. Dall'antichità alla fine del Medioevo
15.00 Sergio Lubello
Univ. Salerno
Parole e testi della cucina italiana tardomedievale.
Lorenzo Tomasin
Univ. Venezia
«Verçe et altre erbe le qual à cavo, ale qual… in todesco ven detto cabuç». Dieta e medicina nei volgarizzamenti di un Regimen sanitatis del secolo XIV.
15.15 Luisa Amenta
Univ. Palermo
I ricettari gastronomici di area meridionale.
Rosa Piro
Univ. della Basilicata
Del reggimento del fanciullo. Il cibo per l’infanzia nei trattati di medicina del Tre-Quattrocento.
15.30 Discussione Discussione

II. Dal Rinascimento all'età contemporanea
15.45 Carlo Marzano
Univ. del Salento
La lingua di un ricettario meridionale cinquecentesco.
Andrea Catellani
Univ. Scienze Gastronomiche di Colorno
Il cibo: virtù e vizi alimentari nella letteratura emblematica tra Cinquecento e Seicento.
16.00 Ivano Paccagnella
Univ. Padova
«Et quid non faceret propter saciare la gulam?». Terminologia gastronomica tra fame macaronica e vita sobria
June Di Schino
Accademia Italiana della Cucina
Opera: tradotta e tradita
16.15 Anna Maria Boccafurni
Univ. Roma Tre
Di cibo e dintorni: l'Università dei Pizzicaroli e i suoi statuti
Salvatore Riolo
Univ. Catania
Tradizioni linguistiche e gastronomiche siciliane.
16.30 Discussione Discussione
17.00 Intervallo
17.30 Alda Rossebastiano
Univ. Torino
Cucina popolare per i potenti.
Elena Papa
Univ.Torino
L’arte della confettura, dalla Francia al Piemonte.
17.45 Carlachiara Perrone
Univ. del Salento
Maria Gabriella De Judicibus
Alimenti e cucina nell’Italia postunitaria:
il Corriere delle maestre
Daniela Cacia
Univ. Torino
La panificazione nella storia della lingua italiana (XIX-XX secolo)
18.00 Discussione Discussione
18.15 Chiara Colli Tibaldi
Univ. Torino
Un menu a misura d’ospite: evoluzione della terminologia gastronomica tra Unità d’Italia e periodo fascista
Giuseppe Polimeni
Univ. Pavia
Il vino coniugato. Bere, gustare, degustare tra Medioevo ed età moderna.
18.30 Margherita Quaglino
«E non cominceremo a trasformare il menu in saporosa godenda?» Autarchia linguistica e cucina nella stampa quotidiana e periodica (1930 - 1945)
Patrizia Bertini Malgarini
Univ. Sassari,
Adriana Pelo
Univ. Roma Tre
Ugo Vignuzzi
Univ. La Sapienza, Roma
Elogio della divulgazione: i Manuali Hoepli e l’institutio alla scienza del ben mangiare e del bere bene nell’Italia postunitaria.
18.45 Discussione Discussione
19.30 Buffet


Venerdì 21 settembre
Facoltà di Lettere e Filosofia
Università di Modena e Reggio Emilia
09.30 Jane Nystedt
Univ. Stoccolma
Ingredienti e terminologia 'di base' nella cucina del '400 e nella cucina di oggi
10.00 Discussione

II. Dal Rinascimento all'età contemporanea
10.15 Debora De Fazio
Univ. del Salento
Le voci di cucina nel Dizionario della lingua italiana di Tommaseo
Giovanna Frosini
Univ. del Molise
Prassi linguistica nella Scienza in cucina di Pellegrino Artusi
10.30 Marianna Franchi

Arte
culinaria e forestierismi nel Dizionario Moderno di Panzini
Alberto Raffaelli
La gastronomia del Littorio: prestiti e italianizzazioni dell'Accademia d’Italia
10.45 Discussione Discussione
11.00 Intervallo  
11.30 Stefania Stefanelli
Scuola Normale Superiore, Pisa
Il lessico della cucina futurista
Ilde Consales Univ. Roma Tre
«Un antipasto de gelosia, un arrosto d'affanni»... Parola e cibo nelle commedie di Ettore Petrolini.
11.45 Nunzio La Fauci
Univ. Zurigo
Dire la fame. Esperienze linguistiche novecentesche.
Pietro Frassica
Princeton University
Volonta' erotico-esotiche nel Desiderio bianco di Marinetti
12.00 Discussione Discussione

III. Variazione e contatto nella società italiana
12.15 Paolo D’Achille, Andrea Viviani
Univ. Roma Tre
La colazione al bar degli italiani: col cappuccino c'è sempre il cornetto?
Silvia Isella
Univ. Pavia
Trionfi alimentari di Lombardia
12.30 Andrea Bonazzi
Univ. Zurigo
Il menu come genere testuale.
Fabiano Camangi
Scuola Superiore Sant'Anna, Pisa
Anna Panicali
Univ. di Udine
Povere zuppe! Aspetti botanici e linguistici: la Toscana
12.45 Discussione Discussione
13.00 Intervallo
14.15 ASSEMBLEA SOCI ASLI
17.00 Giovanni Ballarini
Univ. Parma
e Accademia Italiana della Cucina
Parole a fette. Denominazioni ed etimologie dei salumi tradizionali italiani
Giovanni Petrolini
Univ. Parma
Gnocchi, gnocche e maccheroni
17.15 Annarita Miglietta,
Alberto Sobrero
Univ. del Salento
Lingua alimentare: geolinguistica e sociolinguistica dei dolci in Salento
Alessandra Schena
Univ. del Salento
Fra Ionio e Adriatico: tradizioni gastronomiche e variazione sociolinguistica in Puglia
17.30 Discussione Discussione
17.45 Massimo Arcangeli
Univ. Cagliari
Il sesso “appetito”: metafore cibarie e culinarie in materia di sessualità e di erotismo. Tra etimologia e semantica
Marina Castiglione
Univ. Palermo
Stili alimentari nell’area dello zolfo: parlanti, parole, cibi (quasi) scomparsi
18.00 Salvatore Claudio Sgroi
Univ. Catania
Un aggettivo dell’alimentazione misconosciuto
Francesco Avolio
Univ. L'Aquila
“L’urtima fraschétta”. Parole e cibi di una cultura alimentare in via di estinzione
18.15 Marcello Stalteri
Univ. Modena e Reggio Emilia
Qual è il genere del vino Marsala?
Domenico Proietti, Michele Colò
Univ. Modena e Reggio Emilia
Arzdora, rezdora, zdora
18.30 Discussione Discussione
20.30 CENA


Sabato 22 settembre
Facoltà di Lettere e Filosofia
Università di Modena e Reggio Emilia
09.30 Jean Pierre Lozato - Jotart
Université de Paris III Sorbonne Nouvelle
Turismo e gastronomia: quali tipi di modelli?
10.00 Discussione

IV. Internazionalizzazione geolinguistica e gastronomia tra Mediterraneo, Europa Centrale e oltre
10.15 Davide Astori
Univ. Parma
Cucina ebraica in Italia fra identità e integrazione
Benedetta Cappellini
Keele University
Da Elisabeth David a Jamie Oliver: la rappresentazione della cucina italiana nei ricettari inglesi
10.30 Marcello Aprile
Univ. del Salento
La cucina tradizionale degli ebrei italiani
Marco Gargiulo
Copenhagen Business School
Italianismi in bocca danese
10.45 Discussione Discussione
11.00 Intervallo  
11.15 Alessandro Di Candia
Univ. La Sapienza, Roma
L'italiano della gastronomia tra esotismo e recupero della tradizione
Manuela Manfredini
Univ. Genova
La lingua del mangiarbere. L'italiano delle guide gastronomiche
11.30 Claudia Bussolino
Univ. Pavia
Nipponismi in cucina: sushi, sashimi tempura e tofunese
Lorenzo Coveri
Univ. Genova
Mangiare a 130 all’ora: i menu degli autogrill tra globale e locale.
11.45 Herman Haller
City Univ. of New York
"Shrimp Fra diavolo" e "Chicken Scarpariello": italiano e italianismi nella lingua dei menu dei ristoranti newyorchesi
Carla Marello
Manuel Barbera
Univ. Torino
La cucina discussa in rete. Analisi di gruppi di discussione italiani e stranieri relativi alla cucina
12.00 Discussione Discussione
12.30 Giovanni Ballarini
Prof. Em. Univ. Parma
e vice Presidente Accademia Italiana della Cucina
Francesco Sabatini
Univ. Roma Tre e Presidente Accademia della Crusca
Conclusioni